domenica 16 Maggio, 2021

La casa a Colle Calvo ...

Sono uno scrittore fallito, non scrivo qualcosa di decente da anni oramai, eppure mi hanno dato una possibilità, o meglio, Silvia me l'ha data, per amicizia, per l'affetto che prova per me, o forse...

IL ROSETO ...

Sono da poco tempo venuto ad abitare in questo villaggio. È una località tranquilla, senza niente di interessante nei dintorni. Non ci sono bellezze naturali, né storiche, né paesaggistiche. La campagna si stende piatta intorno...

Mangia che devi essere mangiato ...

Mangia che devi essere mangiato Odio quelli che mangiano carne. Non sono un vegetariano convinto e nemmeno un vegano ma ho delle buone ragioni. La sola scritta “Cervello fritto” sul menù di un ristorante suscita...

IL MISTERO NUDO ...

Emma e Luca erano intenti ad amoreggiare seminudi quando furono attratti dallo scalpiccio di passi frettolosi. Si nascosero dietro un cespuglio senza far rumore e terrorizzati. Sapevano che da un po’ di tempo accadevano cose...

La dimensione non è importante ...

“Come stai oggi, Patrizia?” L’infermiera entrò nella stanza con il suo solito falso sorriso, quello che si disegnava in volto e che riservava a tutti gli ospiti del manicomio. E nonostante tutto Patrizia...

Colora dentro i contorni ...

La sveglia trillò, spezzando il silenzio. Elia aprì lentamente gli occhi. La luce del sole filtrava attraverso le tende e il pulviscolo volteggiava fiero nell’aere, una magia ammaliante. Rimase a fissare i bagliori...

Il pericolo è nell’acqua ...

Il chiarore del sole mattutino illuminava l’invaso artificiale della diga, un’opera di bonifica fatta rientrare nel Piano Marshall, negli anni cinquanta. Lo sbarramento sbocciava in prossimità della stretta di San Giuliano, dove il fiume...

Scintilla ...

Tommy non era da molto che lavorava in quel manicomio. Si era diplomato e aveva frequentato la scuola di specializzazione con discreti risultati. Quel lavoro non era nato da una spinta interiore per aiutare...

Messaggio ...

Più lo guardava e meno lo convinceva. Rimise in tasca il cellulare per poi estrarlo nuovamente pochi secondi dopo. Quell’operazione andò avanti per tutto il pomeriggio finché non decise...

Fermatelo! ...

I raggi del sole filtrano dalla persiana riversandosi a terra sul pavimento. Strano, non lascio mai la tenda scostata, mi piace svegliarmi nel buio. Ho mal di testa, forse ieri sera...non ricordo cosa ho fatto...