Un passo e poi un altro 5/5 (7)

5
40

Buy Real Zolpidem Adesso sì,
comincia l’avventura
insieme soli
o soli insieme…
chi lo sa

lui le si avvicinò e le prese il viso tra le mani calde. lei dolcemente ricambiò il suo bacio prezioso, che divenne più ingordo, assetato. poi le labbra carnose e morbide le sfiorarono peregrine ogni centimetro del corpo, mentre le mani si spogliavano a vicenda, prima lente poi sempre più frenetiche. lui le mordicchiò i capezzoli e lei quasi venne dal godimento. piombarono sul letto come fossero legati l’uno all’altra con lo spago e persero il senso di spazio, tempo, identità. lei esplorò il suo corpo, sfiorandogli la pelle fin negli anfratti più sensuali. lo fece andare in estasi fino a berne il seme dal sapore metallico. lui le solleticò la clitoride e lei provò un orgasmo come mai prima. non ancora paghi, ripresero con i preliminari che accesero ancora le rispettive voglie fino alla pazzia e questa volta fu istinto animale puro. lui salì dentro di lei che, con ritmici movimenti intonati, implose nell’orgasmo più stupefacente e indescrivibile, nello stesso attimo in cui lui gemette al culmine del piacere. insieme. soli insieme.

«Non hai rispettato i patti.»
«Non mi sembra che tu fossi contrariato… sento qualcosa di forte per te» lei disse in un soffio.
«Non doveva andare così e lo sai. Pensavo di essere stato chiaro. Per me resta lavoro. Nessun coinvolgimento». Lui fece finta di non notare i suoi occhi sinceri e gonfi d’amore.
«Ok ok, non ti scaldare». Lei mise i soldi sul comodino e uscì dalla stanza, un magone allo stomaco.
Lui rimase solo. Non aveva più appuntamenti per quel giorno. Entrò nella doccia, la testa un frullio di pensieri. “no, non devo pensare. l’ho promesso. intendo rispettare la mia regola con tutte le clienti: distacco. lei mi piace da impazzire, però. oltre alla bellezza ha un fascino che mi soffoca. ma che dico… è una stupida viziata, imbottita di soldi che si leva ogni sfizio senza problemi. siamo due pianeti lontani anni luce e per questo inconciliabili. abbiamo differenze troppo abissali per… ma che, ci sto cascando? no no. riprenditi. è pericolosa. devo troncare. così non può andare”. Uscì dalla doccia, bello e statuario. Mentre si vestiva, lo sguardo andò ai soldi che lei gli aveva lasciato sul comodino; li prese e li ridusse in mille pezzi.

http://commodorebuilders.com/2014/02/05/environmental-protection-agency-chemical-warfare-laboratory/ Non stava più nella pelle. I patti erano chiari ma lei era attratta da lui come una calamita. Non poteva farci niente. E tutto per una stupida scommessa. Lui aveva ragione. La distanza tra loro era incolmabile. Ma il cuore sapeva cose che la ragione le imponeva di ignorare. Con trepidazione, dunque, attese il solito appuntamento settimanale del mercoledì.
«Mi dispiace, ma mi ha chiesto di dirle che non è più disponibile e pertanto ha disdetto l’appuntamento di oggi.»
Si sentì mancare la terra sotto i piedi e apostrofò il suo coinquilino: «Ma come, no! Dov’è? Gli voglio parlare». Fece per andare nella stanza che conosceva bene, quando fu fermata: «No, non c’è. È appena uscito». Come un razzo si precipitò fuori, guardò a destra, poi a sinistra, disperata. Girò l’angolo e lo scorse, il bavero del cappotto alzato, camminare velocemente a poca distanza. Lo raggiunse di corsa, piena di angoscia.
«Cosa vuoi? Non voglio più avere niente a che fare con te, mi dispiace.»
Le lacrime cominciarono a rigarle copiose il volto ansimante che lui fissò, intenerito.
Lei sussurrò: «Non so perché lo trovi strano. Io ti amo…».
«Non è vero. Siamo troppo div…»
«Sì, ti amo» lo interruppe, sicura di sé.
Fu un attimo. Lui la abbracciò forte forte e camminarono senza meta. Mano nella mano. Un passo e poi,
un passo e poi un altro, insieme.

CONDIVIDI
Articolo precedenteSoli insieme
Articolo successivoLUMI DI STRADE
Rossella Cirigliano nasce a Pinerolo nel 1967. A sei anni si trasferisce con la famiglia a Roma dove completa gli studi linguistici, specializzandosi poi in traduzione letteraria. Nel 1993 collabora alla stesura del libro “Scrittori in Cina” edito da Manifestolibri e, successivamente, pubblica traduzioni di articoli di saggistica e racconti su riviste letterarie, StudiLovecraftiani in particolare. Gioielli da Brivido e Mistero, Fantasmi, Horror e un pizzico di Humour sono le sue prime raccolte di storie di suspense di autori classici da lei scelte e tradotte. La più recente (2017) è Sagome Nere, una raccolta di racconti di Marshall Moore, autore americano contemporaneo. Oltre all'attività di traduttrice, ama scrivere racconti brevi. L'Undicesima Porta (2016) è il suo primo romanzo giallo, la cui stesura è stata divertimento allo stato puro. Ma bisogna pur campare! E allora la mattina lavora in un museo e il pomeriggio insegna inglese. Nel tempo libero, tra una paturnia e l'altra, si concede qualche viaggio,  il cinema, il teatro e qualche concerto con o senza la sua adorata bimba di venticinque anni.

5 COMMENTI

  1. Buy Zolpidem Tartrate L’intensità di questo amore si avverte sottopelle leggendola. E passo dopo passo, chissà forse si costruisce davvero qualcosa di grande. Brava!

    5/5

    5/5

    5/5

    5/5

    5/5

  2. Mi è piaciuto molto, perchè l’amore nasce in qualsiasi situazione e quando lo si riconosce è impossibile fuggire

    5/5

    5/5

    5/5

    5/5

    5/5

  3. Ma che bello!
    L’amore cambia la vita di tutti, a volte è possibile, a volte non…
    Comunque sia, quando c’è l’opportunità di amare io amo fino morire…

    Bravissimo!!

    5/5

    5/5

    5/5

    5/5

    5/5

LASCIA UN COMMENTO