Un cazzo con un uomo intorno 3.63/5 (4)

7
108

Non lo aveva desiderato subito. Del resto per parecchi anni lo aveva appena intravisto. Ne aveva solo potuto cogliere le forme e intuirne la consistenza. E poi si desidera qualcosa di cui si sente la mancanza: anche questa poteva essere la spiegazione al suo iniziale apparente disinteresse.
Ricorda di aver letto l’etimologia della parola desiderio e di esserne rimasta affascinata: il “de” privativo unendosi a “sidus” (stella) dà vita alla locuzione che letteralmente significa “mancanza di stelle”. Percependo l’assenza di stelle ‒ di buoni presagi ‒, le si ricerca, ed ecco che, per estensione, la parola desiderio indica l’appassionata bramosia di qualcosa che manca.
Nella sfera dei sentimenti, il desiderio è in genere il veicolo che conduce verso l’altro. L’altro diviene la stella di cui si sente la mancanza.
E in ambito sessuale?
Tornando a lui, una sera era infine accaduto.
Rammentava vagamente l’idea che se n’era fatta nel corso di approcci ormai obnubilati dal tempo e dalla vita vissuta nel mezzo. Qualche pensiero audace le aveva sfiorato la mente in più di un’occasione, ma non si era mai presentata l’opportunità, né lei l’aveva cercata o pensato di crearla. Inoltre, non c’era solo lui: non poteva ignorare ciò che lo circondava e il rapporto che negli anni era andato legandoli sotto l’egida dell’amicizia. L’amicizia protegge e rasserena, ma talvolta tende a fregare perché fatica ad accettar trasformazioni. Ama sentirsi rassicurata dalla ripetitività di gesti d’affetto e di stima consolidati e teme di perdere la propria egemonia. L’amicizia somiglia più all’amore di quanto possa somigliarvi il sesso.
Il sesso sa essere un capitolo a parte nel libro della vita.
Al di là di ogni preventiva e successiva considerazione, una sera era accaduto.
A posteriori non può che confermarsi che il desiderio origina da un’assenza. Senza arrivare a scomodare Freud, può dichiarare che lui colma perfettamente certi suoi vuoti… o, ancora, che si adatta con millimetrica precisione ad alcune sue lacune.
Non ne ha mai visti di altrettanto belli e fin da quella prima sera la brama di possederlo è divenuta il motore di parte del suo vivere.
Tra il serio e il faceto in questi anni glielo ha confessato più volte: lui è divenuto l’oggetto dei suoi desideri. Non smetterebbe mai di trastullarvisi, di maneggiarlo (e non solo con le mani), per rinnovare di continuo quella magia che lo trasfigura rendendolo ancor più bello e piacevole… appagante.
È ben contenta che sia giunta quella sera a modificar l’amicizia, ad aggiungere vita alla vita… eppure a volte si sorprende a desiderarlo con tanto ardore da porsi l’inquietante interrogativo: desidera anche quel che vi è intorno? ossia l’uomo portatore di quel magnifico cazzo?

Votalo!


CONDIVIDI
Articolo precedenteDesiderio fottuto
Articolo successivoStelle cadenti
Faccio fatica a stare in equilibrio a sfumare i colori a tracciare una mediana. Sono un'estremista! O mi esalto o mi abbatto. Non mi arrabbio, mi incazzo di bestia e spacco tutto! Non provo affetto, amo con passione! Non faccio conoscenza, stringo rapporti! Per me le cose o sono bianche o sono nere. Non conosco mezze verità mezze misure mezze tinte. Eppure credo nel compromesso, nei punti d'incontro e in quelli di vista. Cerco di cogliere ciò che non mi appartiene. Adoro la diversità e l'omologazione mi uccide. Sono polemica e accomodante in egual misura, dipende da argomento persone momenti... Soprattutto sono sempre me stessa, ma non sono mai la stessa. Per me non è incoerenza, è vita!

7 COMMENTI

  1. 😂😂 adoro questo titolo e l’etimologia di “desiderio”. Dalle fusione delle due potrebbe uscirne “un cazzo con le stelle intorno” 😉😃. La tua bravura invece non manca mai😉.

  2. Carina l’idea, ma mi è parso tu l’abbia un po’ “buttata via”. La storia è nebulosa eppure le battute non ti mancavano per offrire qualche particolare in più.

  3. Meno male che ho desistito dall’analizzare l’etimologia della parola desiderio! A parte che nel mio scritto ci sarebbe stata come i cavoli a merenda, non avrei saputo incastrarla così bene nelle trama.
    Ho apprezzato sia la storia che lo stile.

LASCIA UN COMMENTO