Nati per essere felici – Anna la food-blogger [3:00 IV°] -

0
14

La vita è assai strana, un giorno ti odia, l’altro ti ama.

Anna ancora non lo sapeva però.

La monetina aveva parlato chiaro, un po come Anna nel suo vlog.

Nessuna la conosceva dentro, nessuna la poteva criticare in quella maniera.

Chi erano lor per aver criticato in quella maniera il suo povero video?

La rabbia spargeva guizzi di incertezza e frenesia nella sua voce.

Sgranava gli occhi ad ogni ricaricamento della pagina bianca, ma nessun commento era apparso.

– Prima dopo pochi minuti avevano commentato ora stavano in silenzio? Il gatto aveva mangiato così tante lingue?-

Aspettare le stava facendo perdere la testa.

Chi l’avrebbe detto che lanciare una pietra produceva effetti così lenti?

Eppur anche se Anna non lo sapeva il suo video aveva già fatto parecchio scalpore. Esso, infatti, girava contornato da varie diciture diverse, tramite le condivisioni di un noto social network.

C’era chi la definiva un’idiota, chi la definiva un eroina, chi iniziava ad apprezzare il suo primo video per quel che era. Anna non lo sapeva ma molti fan iniziavano a crescere nel fondo delle loro stanze buie illuminate solo da luci bianche cariche di neon.

L’indomani tutto era a galla, alla luce del sole. Tanto da permettere ad Anna di poterlo vedere.

Il contattore degli iscritti ne segnava ben 40 000 mila iscritti.

Un numero esorbitante da aver fatto pensare alla stessa Anna che fosse uno scherzo.

Ma il numero era là, che la fissava. Splendido e tondo, sprigionava la forza delle innumerevoli persone che aveva pigiato su quel pulsante.

Com’era stato possibile? Com’era possibile sovrastare quella sensazione di euforia che circolava nelle sue vene?

Come riusciva a vivere la gente senza quella sensazione?

Lei la provava da meno di un’ora e già sapeva che senza di essa non poteva più vivere.

Ora era finalmente qualcuno.

Ora lei era la donna dai 40 000 mila iscritti.

Votalo!

CONDIVIDI
Articolo precedenteNati per essere felici – Anna la food-blogger [2:00 III°]
Articolo successivoAutunno
Sono un ragazzo, ho 20 anni, sono italiano. Non ho il grande sogno di diventare uno scrittore famoso. Quindi per me è un hobby.I miei gusti personali sono particolari, odio quasi tutto. Sono una persona molto socievole, apprezzo i commenti anche se li preferisco ben fondati e non campati in aria. Detto questo vi rimando ai miei sgrammaticati lavori sperando che li possiate quanto meno trovare originali.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO