domenica 18 febbraio, 2018

Le graffe di Sasà ...

“Uh maronna. Mai possibile che 'ste stronze non mi riescono mai?” “Ma ch'è stato Giovanna?” accorre in soccorso Salvatore. Giovanna dalla rabbia ha le lacrime agli occhi. Piagnucola quasi. “Le graffe -dice indicando la padella ancora sul...

Nati per perdere: vita di un serial killer II – Le mogli dell’acqua – ...

Due giorni che cerco l'ispirazione. Ho visitato musei e gallerie d'arti, ma niente. I miei fans si stavano infastidendo di tutto questo aspettare per un'opera nuova. Nei forum avevo letto alcuni che mi accusavano...

La signora Duvalier -

La signora Duvalier ha sempre problemi, quando deve decidere tra patate dolci e patate normali. Rimane immobile davanti alle cassette del supermercato come rapita da un qualche insodabile enigma la cui soluzione inesorabilmente le...

La ragazza fantasma ...

Quella sera Diego non aveva alcuna voglia di divertirsi, complice un feroce mal di testa che gli martellava il cranio da ore. I suoi amici avevano organizzato una festa nel loro appartamento, proprio quella...

Ossessione pericolosa – parte seconda ...

Le porte scorrevoli del Pronto Soccorso si spalancarono, consentendo ai soccorritori del 118 di spingerci dentro una barella, con sopra una donna tra i trenta-trentacinque anni, ridotta piuttosto male. «Cos’abbiamo?» chiese l’addetta al triage, rimanendo...

Ossessione pericolosa – parte terza ...

Lele sbatté le palpebre e i suoi occhi furono abbagliati da una luce intensa. Non si mosse. Sperava che il giorno avesse spazzato via quell’incubo e che alleviasse il dolore che gli graffiava il...

l’avrei intagliata ...

L'avrei intagliataCon il passare degli anni l'unica cosa che lei ancora ammirava di me era il mio lavoro di intarsio e di intaglio.Era a pochi passi da me e ammirava "l'ultima cena" che stavo...

Gli invasori -

Camminavano in fila indiana nell’erba alta, senza fermarsi. Le madri piangevano, tenendo stretti per mano i piccoli come per consolarli. Gli adulti facevano di tutto per sembrare forti, ma in realtà anche loro stavano...

Nella psiche della vittima ...

-Finalmente è venerdì! –esclamò Monica, dopo aver appoggiato sul finto parquet grigio la sua ventiquattrore ed essersi lanciata sul divano. Erano soltanto le sette, ma il buio era calato da un pezzo quella fredda...

Ultimo respiro ...

Ho freddo e ti guardo, distesa sul pavimento, i vestiti lacerati da qualcosa che non riesco a comprendere. E vorrei farti tante domande, cercare di capire, ma il sangue m’impedisce anche di respirare, ne...