giovedì 24 maggio, 2018

Il Senza Nome- Capitolo Primo -

Saelas. E' così che lo chiamavano per strada, bisbigliando, mentre camminava col cappello a tesa larga calato sugli occhi, ombra tra le lunghe pallide ombre proiettate dalla luna. A lui non importava oramai, potevano...

Quei due ...

Il Destino e La Morte se ne stavano seduti, sulle rive di un piccolo ruscello. Silenziosi, ascoltavano il leggero mormorio dell'acqua ed osservavano quell'incessante scorrere, scontato per molti e sconosciuto per troppi. Erano una coppia loro due,...

ma ce l’hai un pò di stoffa? -

A me piace sognare di avere una casa di stoffa. Si, vorrei una casa con i muri ricoperti di lino, con le porte rivestite di velluto, i divani tutti di broccato. Vorrei potermi...

la storia della piccola e coraggiosa Esther ...

era magica quella foresta d'inverno, i fiocchi di neve candidi cadevano leggeri e luminosi come stelle , aveva un nome, il "la foresta dei sospiri" . un giorno qualunque la fata protettrice, insieme all'orso...

La penna atavica ...

Non ci stava più nella pelle, per Mario l’arrivo della bella stagione era motivo d’euforia, l’esplosione della vitalità. Questo ragazzo dalla folta chioma corvina, che sottolineava il duro contrasto con gli occhi cerulei, con...

Dark Mustang -

Nelle notti metropolitane capitava sovente di imbattersi in quel bel viso aleggiato da noia e mistero. La dark lady errava solitaria collezionando scie di sguardi irretiti. Quando guadava la fiumana dei mondani, i suoi...

Pinocchio 2.0 ...

Mentre il Gatto e la Volpe meditavano sulle loro malefatte in prigione, la Fata Turchina si era ritirata in una fattoria in compagnia di galline e maialini da accudire. Ormai era diventata una graziosa...

Alchimista ...

I raggi del sole picchiano perpendicolari sulla mia testa, segnale che è già mezzogiorno. Mi scosto una ciocca di capelli neri dagli occhi e asciugo col dorso della mano le gocce di sudore che...

STORIA FANTASTICA DI UN PONTE SICILIANO ...

Era il Ponte più alto d’Europa, era l’orgoglio di una comunità, era una magnifica attrazione. Univa due costoni di roccia dura, sembrava un enorme punto metallico dato con una pinzettatrice manovrata da un dio...

STORIA DI PUPI ...

Aveva il volto di un adolescente. I riccioli biondi, un paio d’occhi azzurro cielo, dei baffetti a manubrio e un pizzetto appena accennato sul mento. Una corazza di latta mezza ammaccata e una spada...