mercoledì 18 luglio, 2018

E finalmente svengo -

Mi sveglio l'attimo prima che una scudisciata mi strappi via la pelle dal culo. Un urlo soffocato mi esce dalle labbra. Ho qualcosa in bocca, forse uno straccio, sento l'odore forte del cloroformio. Sono...

DELIRIO DI UN FLAUTO ...

Ho trovato lavoro come operatore nel teatrino di L*** dove ogni giovedì si riuniscono alcuni musicofili. Ho fatto amicizia col professor Shamaryn, un ometto calvo e grasso, amante della musica, della buona cucina e...

Felicità ...

Felicità! Era il giorno dopo il suo compleanno. La sera prima era stata con gli amici a festeggiare e aveva alzato un po' il gomito, non eccessivamente, ma ora se ne stava lì con la...
video

Philips Releases Its In vogue Patient role Monitoring Solution in U.S. -

Philips is cathartic its up-to-the-minute Patient Monitoring answer in the U.S., a mathematical product configured to assist hospitals keep on caterpillar track of patient role monitoring device information as they make a motion from...

LA COPPETTA DI GELATO E IL FILONCINO DI PANE ...

Rimasero sul tavolo della cucina tutta la notte. Lei si sciolse. Lui s’indurì

IL MURO. ...

Il muro. Ore 16.00 Silvia rientra dopo il turno in corsia. Butta le scarpe in un angolo, la giacca sul divano insieme alla borsa e si dirige nel bagno: sogna da ore una doccia bollente e...

Pornopoetica cap 3 – In vena d’amore ...

“Finalmente hanno riparato il cancello automatico!” dico a me stesso pigiandone il telecomando. Percorro il breve vialetto sterrato di Villa dei Lustri e posteggio l’auto davanti al grande tasso che troneggia sulla casa; mi sporgo...

CONFESSIONE ...

Tardo pomeriggio di fine Agosto. La piazza del piccolo paese di campagna è deserta. Le pietre bianche antistante la chiesa rimandano il calore del sole.Ma all’interno della chiesetta c’è fresco, penombra e odore di...

Godiamoci! ...

Spengo la luce e ascolto il tuo respiro. Sei scivolato dalla veglia al sonno in pochi istanti e sentirti dormire mi emoziona appena un po' meno che sentirti godere. Trascorre una manciata di minuti, appena...

Finalmente relax ...

Entra, chiude la porta e vi si appoggia contro di schiena lasciandosi poi scivolare giù, fino a ritrovarsi seduta sul pavimento con le gambe dritte stese davanti a lei, come una di quelle bambole...