giovedì 21 giugno, 2018

L’albatro ...

L'albatro picchiò a muso duro sul ventre del mare panciuto in un balletto quasi mistico. Pensai che Dio dovesse aver pietà di lui in mezzo alla tempesta. Pensai che Dio dovesse aver pietà anche di me. Su...

Danza Slava, n. 7 ...

Quando la dottoressa Giusti varcò l'uscio della camera del paziente, venne divorata dalle tenebre ed avvolta dalle note della musica. La sinfonia si spandeva e proveniva dal vecchio giradischi che il signor Crespi aveva chiesto...

Il rumore del tempo ...

Tic. Tac. Tic. Tac. Tic. Tac. Lo senti anche tu? Il rumore del tempo che scorre. Fa paura anche a te? Tic. Tac. Ogni notte. Regolare. Inesorabile. Tic. Tac. Sono certa che lo senti anche tu. Ci siamo solo io e...

CERCO ...

CERCO Cerco negli antichi testi, l'orrore, di un vampiro immondo, privo di pietà e non lo trovo. Né tra i barbari, adorni di monili zannuti, né tra le presse dell'inquisizione, e nemmeno tra le menti argute al soldo di sovrani senza scrupoli. Cerco...

Pausa ...

Ciao! Sono in pausa, è una pausa breve, non avertene se d'improvviso finirò col salutarti. Ci sentiremo poi, in un altro momento. Non sono neppure certa che la leggerai questa mail, potrebbe andare a sommarsi...

Amore scomodo ...

Quel giorno, dopo la colazione insieme, ci abbracciammo e iniziammo a piangere per la consapevolezza che mai più avremmo guardato con e negli stessi occhi. Tutto intorno a noi stava per cambiare, e noi...

LE GRU ...

Il vento soffiava contrario. Camilla arricciava il naso ogni volta. -La smetti?- le urlò la mamma. Camilla non parlava. Non poteva. Aveva le corde vocali malformate e nessun suono mai sarebbe uscito da quelle labbra rosso ciliegia. Ogni...

Fu un raggio di luna ...

Mi immersi nella follia. Solo Lei, Lei sola sapeva come fare per condurmi in quella perdizione. Non chiusi gli occhi, anzi gli spalancai all’ignoto, fermo: nello sguardo, nel passo, nel corpo massiccio irrigidito, tutto...

La marmellata di pomodori ...

-Questa è per te! -Non la voglio la tua stramaledetta lettera, capisci? Io voglio te! Voglio svegliarmi ogni mattina con il profumo della tisana di tiglio nelle narici, con il pane abbrustolito e la tua...

NON FA TANTO FREDDO ...

Insieme varchiamo il portone di questo palazzo antico, ritrovandoci improvvisamente nella luce e nei rumori della città. Rompo il ghiaccio offrendoti un passaggio, il tuo rifiuto è quasi un sollievo al pensiero di condividere...