lunedì 22 gennaio, 2018

La notte del ritorno ...

Quando conobbi Gianfranco Robbins Lui era una di quelle persone che Ti scolpiscono la mente senza avere bisogno né di marmo né di scalpello. Alto, molto più della norma, non soffriva di alopecia o calvizie incipiente ma,...

LA NOTTE DI NATALE ...

Odio il Natale. Fin da bambino odiavo il Natale perchè ricevevo solo regali utili, di solito vestiti o scarpe, generalmente usati. Invece i miei compagni di scuola ricevevano regali veri, sopratutto Enrico che aveva...

L’ombre de la tour ...

Fai un salto, fanne un altro, fai la giravolta, falla un’altra volta, guarda in su, guarda in giù, dai un bacio a chi vuoi tu…” Mi viene in mente quella filastrocca. E poi le immagini...

Jasmine ...

L’unica cosa che sentivo era il freddo, tanto freddo, dappertutto. Inutile caricarsi di maglie e maglioni, giacche e giacconi, sciarpe e berretti, quanto a Trieste soffia la Bora non c’è scampo. Eppoi quel sibilo continuo...

Al posto sbagliato nel momento sbagliato ...

Marco è un ingegnere ferroviario. Vive nel centro di Roma, sullo splendido Colle Aventino, in una villa tranquilla e appartata con un panorama mozzafiato. Stanotte sta uscendo perché deve effettuare delle prove su treni...

La cena ...

Dovete sapere che aveva ragione quell’amico che soleva dirmi: «ama e sarai amato, fotti e sarai fottuto!». Io e Mario ci frequentavamo con assiduità da circa venti giorni. L’avevo conosciuto al supermarket di Via...

Dark tourism ...

 I vigili sono tutti nella piazza della Fontana Luminosa splendente a giorno, diligenti a redigere multe. Per il corso del centro storico, sotto i ponteggi esili come spettrali colonne si aprono gli esercizi commerciali....

Il Ronzio ...

Stringo la cornetta con mano tremante e dopo un tempo infinito, sento la voce di Cocco rispondere.-Luca sono Gian, devi venire subito a casa mia, ha iniziato a brillare- dico con voce eccitata.-Calmati, di...

I rischi del mestiere ...

A un investigatore privato può capitare proprio di tutto. Per esempio mi ricordo di quella volta in cui un certo lavoro mi aveva spinto a seguire un tale fino a un localaccio notturno tutto...

Il buio ...

«Mamma, vado a fare una corsa. A dopo.» disse Federica dirigendosi verso la porta di casa. «Io non ti capisco! Perché non esci con le amiche come fanno tutte le tue coetanee il venerdì sera?...