martedì 24 aprile, 2018

Il circo degli orrori ...

"Signore e signori..." Una voce gracchiante, al centro del tendone, fenditure nella spessa stoffa lasciavano trapelare il sole del freddo pomeriggio autunnale, illuminando quadranti del pubblico, lasciandone nella semi oscurità altri, così come nell’ombra erano...

FORSE MI SONO DISTRATTO, FORSE SOLO IL DESTINO ...

Mi piace stare seduto e contemplare le persone che passano. Da come camminano e da come gesticolano capisco molte cose sul loro conto. Si dice spesso che gli occhi delle persone parlino per loro....

Il micio che non la smetteva di crescere ...

Si svegliò di buona lena la signora Veronica, quel mattino. Scorse dalla finestra il cielo limpido, con poche nuvole e ne fu compiaciuta. Mise un piede giù dal letto e come consuetudine mattutina, si ritrovò fra...

PIOLO PER PIOLO ...

Emma osserva la figura del vecchio suocero arrampicato su una scala per sostituire una lampadina bruciata. Emma pensa. Non lo sopporta più quel vecchio per la casa, sì certo la sua pensione le fa...

ALLA LUCE DEL SOLE ...

Adrien staccò l’ultimo biglietto e lo consegnò alla ragazza con i riccioli neri. L’iscrizione che sovrasta l’ingresso della Galleria “Fermati! Qui è il Regno della Morte!” diede a quella donna una potente scarica di...

ATTENDE SENZA SONNO ...

La foto di quell’uomo di poco più di trent’anni, dimensione tessera. Un timbro. Nome e cognome battuti a macchina, Andrea Riva, nessun altro dato anagrafico - e poi un grado, forse militare, e un...

Il giorno del giudizio ...

"Hai paura?" Il giudice guardò l'uomo che aveva davanti. Gli occhi neri come l'abisso più profondo lo scrutavano con sdegno, in contrasto col sorriso ingiallito e trionfante che spiccava poco sotto di loro. Era a pochi...

La Casa ...

Era andato da poco in pensione e tornato al paese. Quella casa era stata una manna dal cielo, spaziosa e a poco prezzo. Certo, trascurata e dall'aspetto un po' sinistro, ma lui era appassionato...