domenica 24 giugno, 2018

I fiori sulla tazzina. ...

-Non sono io, non sono qui- Mi riecheggiano in testa queste parole ogni notte. ...

POTESSI RICORDARE SOLO IL MIO NOME ...

La guardai con curiosita'. Era seduta su una panchina del parco comunale, e si guardava le mani. Io non passavo mai da quelle parti, ma per una serie di circostanze avevo avuto una ventina...

DOC ...

DOC. “Ieri ho deciso che la spesa l'avrei fatta io. Quando le ho comunicato la mia scelta, mia madre non riusciva a crederci. Come immaginavo, per un attimo ha persino tentato di persuadermi.” Mi guardo i...

Malinconico e fuggevole ...

Conobbi Letizia in circostanze alquanto particolari. Era una semplice cena tra amici comuni. Il tavolo, gremito delle migliori prelibatezze, con brocche di vino rosso a separare vassoi esageratamente colmi, accoglieva sette persone, me compreso, svogliate...

Horrormarket ...

Era molto semplice: quando usciva dal bagno, lo sciacquone veniva tirato automaticamente. E poteva farlo tutte le volte che voleva. Era divertente, anche se il signore che attendeva fuori non sembrava condividere la sua...

La casa in campagna ...

LA CASA IN CAMPAGNA “Mi ripeti il tuo nome?” dice il dottore. “Marietta Farina”. Il dottore guarda l’incartamento e mi fissa. “Sui tuoi documenti c’è scritto Giuliana Fossati”. “Sì, Giuliana Fossati, in questa vita. Nell’altra ero Marietta Farina”. So...

Il testamento ...

Mi perdevo sempre a casa dei miei zii; certo, avevo dodici anni e la loro casa non era poi così piccola ma ricordo sempre la presenza di due porte; una di fronte l’altra: una...

Il Gran Giorno ...

Oggi è il suo compleanno. Cinquant’anni, oggi compie cinquant’anni. È con questa rinnovata consapevolezza che Giacomo si alza dal letto, apre le persiane, permettendo all’ancora caldo e brillante sole settembrino di inondar ogni stanza della...

Partenogenesi ...

"Ciao, tesoro. Sono già all'aeroporto ma c'è da aspettare per l'imbarco. Sai che a bordo con me porto anche un insetto stecco?”. Era talmente su di giri da rasentare l'euforia. "E che è?!" "Amore,...

Pianto di bimbo ...

David non aveva faticato ad addormentarsi, quel pomeriggio. La stanchezza di essersi svegliato alle sei del mattino, sommata alla sua caratteriale pigrizia, gli aveva permesso di lasciarsi rapire da Morfeo dopo appena due minuti...