giovedì 26 aprile, 2018

Io vado ...

Io vado, amore mio. Lascio le chiavi sul piatto sopra il tavolo, riposa, adesso, e dormi, ché poi sistemerò io. Ti guardo un attimo ancora e giuro che vado via. Le tue mani ad...

RESTA ...

Lo so, ormai è sera. Dovrei alzarmi. Non ce la faccio. Devo andare al lavoro ma non ne ho la forza. Voglio rimanere qui, sola nel mio letto. Non voglio vedere com'è il cielo...

Quella strana zia Lella ...

Quando ero giovane trascorrevo sempre qualche settimana delle mie vacanze estive dalla zia Lella, sorella di mia madre. Mamma insisteva per farmi passare un po’ di tempo con lei perché la zia viveva da...

Nel tempo, nel sonno, disegno ...

Sta nel vento Adele gli tiene testa con forza lo affronta. Adele ha fanciullezza in tasca e adolescenza che i fianchi le sfiora. Ricci ribelli i suoi capelli che con la tramontana di novembre...

Pausa ...

Ciao! Sono in pausa, è una pausa breve, non avertene se d'improvviso finirò col salutarti. Ci sentiremo poi, in un altro momento. Non sono neppure certa che la leggerai questa mail, potrebbe andare a sommarsi...

LETTERA AD UN GRANDE AMORE ...

Andate parole! Cavalcate questo refolo di vento estivo e volate prive del peso della razionalità e del buon senso. Dovete parlare col mio amore, quindi non necessitate di concretezza. Solo l'immaginazione sarà la spinta che vi...

LE GRU ...

Il vento soffiava contrario. Camilla arricciava il naso ogni volta. -La smetti?- le urlò la mamma. Camilla non parlava. Non poteva. Aveva le corde vocali malformate e nessun suono mai sarebbe uscito da quelle labbra rosso ciliegia. Ogni...

Il mondo di Clara ...

Come sua consuetudine, la piccola Clara uscì in giardino dopo aver finito di pranzare e si sedette sulla sedia di plastica che sua madre aveva messo lì appositamente per lei. Non ci volle molto,...

La regina d’avorio ...

Ricordo ancora il suo sguardo, mentre m’immortalava in quello schizzo: di artista perso nell’estro della sua mente creativa; di amante passionale e voglioso della sua donna; di uomo irremovibile e piantato sui pilastri dei...

AME ...

La pioggia scende grigia, lava lenta i peccati lasciati lungo la strada e fa camminare veloce le persone. Ame amava la pioggia, la faceva muovere a ritmo dei ticchettii sui vetri, dello scrosciare sul marciapiede....