Basta con le rotonde stradali 4.88/5 (2)

9
95

Non se ne può più di rotonde stradali, hanno fatto il loro tempo. C’è bisogno di innovazione, di nuove idee. Modestamente io, avendo un cervello al di fuori dalla media, ho elaborato nuove forme:

Triangolo stradale

I veicoli in entrata forniscono la precedenza a chi proviene da destra e da sinistra. Quando si stufano ingranano la prima e partono sgommando, eseguendo il gesto dell’ombrello verso gli altri automobilisti.

Ottagono stradale

Quando si giunge nei pressi di un ottagono, si esegue un testacoda e si torna a casa .

Parallelepipedo stradale.

Sul parallelepipedo possono solo transitare autovetture che vengono guidate da persone sotto il metro e sessanta d’altezza. Devono dare la precedenza a sinistra il lunedì, il martedì e il sabato pomeriggio, dalle 13 alle 14,30. Negli altri giorni facciano quello che vogliono.

Rombo stradale

La vettura si immette nel rombo, esegue un giro completo e poi si ferma da dove era partito. Dopo tre ore il guidatore può scendere dall’autovettura e andare a prendersi un caffè. Al suo ritorno la macchina sarà messa sotto sequestro dalla polizia municipale

Pentagono stradale

Gli automobilisti devono spegnere il motore e spingere la vettura sino al centro del pentagono. Lì si terrà una gara di tiro alla fune. Il vincitore avrà diritto a prendersi la macchina che vuole. Chi si lamenta verrà impagliato e posizionato su un piedistallo al centro del pentagono.

Ennagono stradale.

Possono passare dall’ennagono solo le macchine rosse. Il comune dovrà posizionare nelle vicinanze dell’ennagono una postazione di verniciatura rapida a prezzi popolari.

Per chi legge il Manifesto sconto del 10%.

Decagono stradale

Hanno la precedenza quelli che arrivano da destra, ma solo per una volta. Se il giorno dopo ripassano da lì, devono fare passare tutti per almeno tre ore. Scaduto il termine, possono chiamare il numero verde indicato al centro del decagono e chiedere il permesso per passare. A volte è occupato, abbiate pazienza.

Ettagono stradale

Hanno la precedenza quelli che giungono da sinistra, oppure che vengono da destra ma sono di sinistra. Quelli che sono di destra, ma che arrivando da sinistra potrebbero passare, non passano comunque. Se quelli di destra si lamentano, si può mettere in atto l’esproprio popolare della vettura. Sulla vettura ci può andare a vivere una famiglia di cassa integrati.

Parallelogramma stradale

giunti nei pressi del parallelogramma, l’automobilista si deve affacciare dal finestrino e maledire a piacere:
il governo
il capo del governo
il presidente del Milan
il padrone di Mediaset
quelli che hanno pù di tre ville in Sardegna.
Dopo averlo fatto, l’automobilista può immettersi nel parallelogramma, suonando il clacson tra una folla di cittadini festanti.

Esagono stradale

L’esagono stradale va costruito in una notte, mentre i cittadini dormono, in posti dove nessuno passerà mai. Lo scopo di questa struttura è segretissimo. Quindi, è meglio non parlarne.

Cono stradale

Le autovetture si infilano in un cono e vengono teletrasportati in un pianeta meraviglioso, con alberi dai colori sgancianti, tramonti infuocati e popolato da animali mansueti e meravigliosi. Purtroppo l’aria non è respirabile dall’essere umano e l’automobilista muore dopo pochi secondi dall’arrivo.

Quadrato stradale

Le macchine da lì non passano,e basta. Se non vi sta bene ve ne potete andare affanculo!

Votalo!

CONDIVIDI
Articolo precedenteDon Alonso e io
Articolo successivoIL RACCONTABALLE
rosco115 è uno splendido uomo di 95 anni, portati benissimo. Ama scrivere racconti, bere, mangiare, ballare il tip tap , fumare sostanze stupefacenti, tirare sberle a sconosciuti e, occasionalmente, emettere rumori molesti durante cerimonie religiose.

9 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO